AVVOLTOIO GRIFONE

Gyps fulvus

  • Nome:
    AVVOLTOIO GRIFONE

    Nome scientifico:
    Gyps fulvus

    Classe:
    Uccelli

    Ordine:
    Accipitriformi

    Famiglia:
    Accipitridi

    Provenienza:
    Europa meridionale – Asia sud occidentale

    Alimentazione:
    carcasse di animali selvatici o domestici

    Habitat:
    Superfici aperte e pareti rocciose

    Riproduzione:
    Uova: 1 – Incubazione: 52 giorni

     

  • Il grifone è un rapace diurno, uno tra i più grandi e maestosi volatori europei. Vive nell’Europa meridionale e nell’Asia sudoccidentale, soprattutto in zone di montagna; in Italia vive solo in Sardegna. Da pochi anni è stato reintrodotto in alcune aree ritenute idonee: Friuli e Abruzzo. Specie gregaria con un accentuato comportamento sociale, vive in colonie numerose che necessitano di vaste superfici aperte per la ricerca del cibo e pareti rocciose poco accessibili dove nidificare.

    Le peculiarità alimentari conferiscono al grifone il ruolo ecologico di “spazzino” in grado di eliminare rapidamente le carogne e ridurre la possibilità di diffusione di malattie infettive. E’  un avvoltoio di grandi dimensioni. Non è presente dimorfismo sessuale evidente. Le ali sono lunghe e larghe con un’apertura tra i 240 e i 280 cm; la coda è corta e squadrata. La colorazione è bruno-fulvo tendente al beige negli adulti e marrone scuro negli esemplari immaturi con la testa e il collo nudi, ricoperti da un corto piumino lanoso ornato alla base da un collarino di piume.

    La caratteristica testa calva gli consente di nutrirsi, scavando nei resti degli animali senza sporcarsi eccessivamente. Il becco è potente e uncinato, di colore chiaro nell’adulto e nerastro nel giovane; le zampe sono robuste, ma non adatte alla cattura di prede vive. E’ dotato di ottima vista grazie alla quale riesce ad avvistare le possibile fonti di alimentazione. Raggiunge la maturità sessuale dopo il 4°-5° anno di età. Costruisce il nido con pelli, peli e rami, su anfratti rocciosi, preferendo caverne e nicchie, ma anche su grandi alberi, spesso vicino ad altri nidi. La femmina depone un solo uovo, tra gennaio e marzo, che viene covato per circa 52 giorni. Il giovane grifone si invola dal nido dopo 100-115 giorni dalla schiusa.

    Tra le cause della diminuzione della specie, ricordiamo l’evoluzione della zootecnia e delle norme veterinarie, e le persecuzioni dirette da parte dell’uomo, ivi incluso l’utilizzo di bocconi avvelenati. Vita media: 25-30 anni.