Educazione scuola prima e secondaria

L’esperienza scolastica in classe quest’anno sarà particolarmente difficile per studenti e insegnanti a causa delle regole sanitarie che ci aiuteranno a contenere l’epidemia; per questo la possibilità di trascorrere un certo numero di ore all’aperto, a contatto con la natura, con un distanziamento più naturale, assumerà una importanza vitale. Inoltre stiamo assistendo ad un aumento della consapevolezza di quanto la nostra vita dipenda dall’equilibrio della natura e quali gravi conseguenze possano derivare dal sovrasfruttamento del pianeta. Molti zoo moderni si sono trasformati da semplici collezioni faunistiche a Centri Tutela Specie Minacciate ed essendo frequentati da migliaia di persone ogni anno, sono luoghi ideali dove educare alla conservazione della biodiversità. La loro mission infatti è proprio la ricerca, la conservazione e l’educazione. L’attenzione verso il giovane pubblico e la loro sensibilizzazione nei confronti della natura sono elementi costanti della filosofia del Parco Le Cornelle, che negli anni ha dedicato uno spazio crescente alla scuola, arrivando già da venti anni ad offrire un ampio programma educativo, in linea con i programmi ministeriali, sviluppato dalla DARWIN Ricerca e Divulgazione Naturalistica e condotto da un’equipe di naturalisti con consolidata esperienza nel settore, attraverso una metodologia coinvolgente e interattiva.

  • ANIMALANDIA
    Durata: 2 ore circa

    La visita guidata permette ai bambini di incontrare animali visti solo sui libri o in televisione. Quali sono le abitudini e i ritmi di vita dei feroci coccodrilli, dei felini africani, delle eleganti giraffe, dei chiassosi gibboni e delle misteriose tigri? Quali adattamenti usano per sopravvivere nei loro ambienti? Questo percorso soddisfa ogni curiosità ed è un incontro importante con la natura per imparare a conoscerla ed amarla.

  • ALLARME BIODIVERSITÀ: STOP AGLI ALIENI
    Durata: 2 ore circa

    Andiamo a conoscere lo splendore e l’immensa varietà delle specie animali che popolano la Terra.
    Ci stupiremo di fronte alla moltitudine di forme, colori e suoni, ma scopriremo anche che la globalizzazione dell’uomo sta creando un cambiamento enorme a livello di piante ed animali. La presenza di specie aliene è considerata una delle principali cause di perdita di biodiversità. Cercheremo di capire il problema e di riflettere sulle azioni concrete che possiamo fare per conservare il patrimonio di cui facciamo parte e da cui dipendiamo.

  • ANIMALI UOMINI E PANDEMIE
    Durata 2 ore

    La distruzione degli ecosistemi è una minaccia per la nostra salute. Lo sfruttamento della natura, la distruzione delle foreste, il commercio illegale di fauna selvatica immessa poi sui mercati di animali vivi, la degradazione degli habitat e l’urbanizzazione favoriscono il contatto stretto tra l’uomo e gli animali selvatici aumentando il rischio di ‘spillover’, cioè del passaggio all’uomo dei virus di altri animali, come successo per il Sars-Cov-2.
    Molte delle specie in via di estinzione presenti al Parco ci aiuteranno a capire tutto ciò. La storia umana è piena di esempi di epidemie/pandemie dovute allo sfruttamento animale. Tutto questo insegna che dobbiamo cambiare il nostro rapporto con la natura e in particolare con gli animali

  • S.O.S. ANIMALI IN PERICOLO
    Durata: 2 ore circa

    Molte delle specie ospitate nel Parco sono minacciate di estinzione nel loro habitat. I motivi sono sempre legati alle attività dell’uomo: deforestazione, bracconaggio, commercio illegale. L’avorio dell’elefante, il corno del rinoceronte, il grasso della tigre, la pelle dei coccodrilli, le penne dei pappagalli e la pelliccia del leopardo delle nevi, sono solo alcuni esempi degli argomenti che vengono trattati nel corso della visita. Cercheremo anche di scoprire quali oggetti non dobbiamo mettere in valigia come souvenirs durante i nostri viaggi all’estero e capiremo quali azioni possiamo compiere per salvaguardare le specie minacciate.

  • OLTRE I CINQUE SENSI
    Durata: 2 ore circa

    Alcuni animali hanno sviluppato capacità strabilianti per interagire con l’ambiente. In alcuni casi hanno sensi più sviluppati dei nostri, in altri casi ne hanno evoluti alcuni completamente diversi. Come funziona la sensibilità al campo magnetico nella tartaruga marina e nei piccioni, la visione dell’ultravioletto negli insetti, la percezione degli infrasuoni negli elefanti, la cattura delle prede dei pipistrelli attraverso il biosonar e la termovisione nei serpenti? Durante questa visita avremo modo di capire la incredibile diversità di sistemi di percezione dell’ambiente che si sono evoluti nel mondo vivente e che permettono agli animali di relazionarsi con il mondo esterno.

  • ZOOGEOGRAFIA: GLI ANIMALI E I LORO AMBIENTI
    Durata: 2 ore circa

    Foreste, savane, deserti, montagne, oceani… a ciascun ambiente i suoi animali. Osserviamo le varie specie e, in base al loro aspetto fisico, cerchiamo di risalire alle caratteristiche dell’ambiente e del clima in cui vivono. Un’ottima occasione per allenare l’occhio a scorgere le varie caratteristiche che differenziano tra loro i vari animali e ad approfondire le tematiche relative all’adattamento degli animali ai diversi ambienti.

MI ESTINGUO O MI EVOLVO?
Durata: 2 ore circa

Darwin aveva ragione! La selezione naturale rappresenta uno dei capitoli più affascinanti delle scienze naturali. Osservando serpenti, coccodrilli, canguri, giraffe e gibboni e con l’aiuto di una cartellonistica che ci riporta indietro nel tempo, scopriremo i meccanismi che regolano da sempre la storia della vita sul nostro pianeta e la fondamentale importanza del concetto di adattamento ecologico e morfologico all’ambiente delle specie viventi.